Cosa Vedere A Cagliari

Città dalla storia millenaria, Cagliari si presta a soggiorni turistici non solo per il mare ma anche per le tante attrazioni culturali e turistiche offerte ai visitatori. Ecco cosa vedere a Cagliari:

 

Cagliari tra mare e divertimento

Cosa Vedere A Cagliari: il Poetto
Cosa vedere a Cagliari: il Poetto – Photo credit: Bokeh & Travel

 

Se vuoi iniziare il tuo soggiorno divertendoti in spiaggia, il Poetto è la porzione di costa migliore da scoprire per prima: essendo il principale lido dove si recano i residenti, nonostante la sabbia bianca ed il mare cristallino, è una spiaggia ben attrezzata e sede della movida notturna estiva.

Dopo una giornata di sole, infatti, la costa si accende di luci e di musica, e per cenare o gustare un aperitivo davanti al tramonto non avrai che l’imbarazzo della scelta. Inoltre, dal Poetto è visibile la Sella del Diavolo, il pittoresco promontorio che divide Cagliari da Quartu Sant’Elena.

Sella del Diavolo

Sella del Diavolo

« 1 di 4 »

 

Turismo Naturalistico A Cagliari

Se preferisci la natura, sicuramente ti piacerà il Parco Naturale Regionale Molentargius–Saline, più di 1500 ettari di stagni, costa e bacini di acqua dolce e salata che ospitano decine di specie diverse di uccelli acquatici, piccoli animali e piante. Il parco, ad ingresso libero, è aperto al pubblico dalla mattina al tramonto, e durante la stagione estiva l'ingresso è concesso dalle ore 9.00 alle ore 18.00.

Cosa vedere a Cagliari: Parco Molentargius - Video credit: Luca Pinna

 

Cosa Vedere A Cagliari: La Cultura

Se invece sei più interessato ai monumenti, grazie alla sua storia risalente addirittura al quarto millennio a.C., Cagliari porta tuttora le tracce di diverse epoche storiche, e vanta la necropoli antica più vasta ancora esistente al mondo: si tratta della Necropoli di Tuvixeddu, un'enorme area cimiteriale utilizzata dai cartaginesi prima e dai fenici poi, a partire dal 500 a.C.

Cosa Vedere A Cagliari: Necropoli Tuvixeddu
Cosa vedere a Cagliari: Necropoli di Tuvixeddu - Photo credit: Cristiano Cani

 

Sono più di 1000 i loculi tombali scavati nella roccia e perfettamente conservati, e a questi si aggiungono le tante suppellettili ritrovate al loro interno e tuttora a disposizione dei turisti. Di particolare importanza archeologica, la Grotta della Vipera, così chiamata a causa della decorazione a forma di serpente sul frontone dell'entrata, che si può ammirare dall'esterno senza però avventurarsi dentro l'ingresso.

La Necropoli è aperta al pubblico con ingresso gratuito tra le 9.00 e le 18.00, anche se durante i periodi estivi l'apertura è stata talvolta prolungata, con visite guidate a pagamento serali, anche fino alle 24.

Risalente invece al periodo imperiale della dominazione romana, l'Anfiteatro Romano di Cagliari, anch'esso ad accesso libero ai visitatori nelle ore diurne, che ospitava giochi e lotte tra gladiatori, fino all'alto medioevo, quando cominciò a diventare una vera e propria cava per i dominatori della zona che lo saccheggiarono per utilizzarne i materiali.

Per questo, ad oggi, ne potrai ammirare solo una parte. Per informazioni e prenotazioni, ti scrivo qui tutti i riferimenti telefonici: 3396130531 - 3400888334 - 070 652956


Cosa vedere a Cagliari: Anfiteatro Romano - Video credit: Centu scalas

 

Cagliari e Il Turismo Religioso

Nel centro di Cagliari, invece, potrai visitare le cattedrali che attirano turisti da tutto il mondo: la più antica è la Basilica di San Saturnino, risalente al quinto secolo d.C.

Cosa Vedere A Cagliari: Basilica di San Saturnino

Cosa vedere a Cagliari: Basilica di San Saturnino - Photo credit: Wikimedia

 

La basilica, in pieno stile romanico con pianta a croce greca e tre navate, si trova al centro di una necropoli paleocristiana con accesso libero ai turisti, molto ben conservata, e nei secoli è stata spesso danneggiata e poi rimessa a nuovo, fino a prendere la struttura odierna.

All'interno della stessa necropoli, a brevissima distanza da San Saturnino, potrai accedere alla Chiesa di San Lucifero, nella quale fu rinvenuto, in un sacello poco visibile, una sarcofago contentente le reliquie dei santi Saturnino e Lucifero. Ora il sarcofago è custodito nella cripta di San Lucifero, sormontata dalle iscrizioni del sacello che custodiva i due santi.

Molto più recente, edificata dopo l'anno Mille, la Cattedrale di Santa Maria o Duomo di Cagliari, offre uno spettacolo completamente diverso: la facciata barocca e l'interno verticale, classico del periodo gotico, risultano particolarmente suggestivi, soprattutto se si pensa che il progetto originale era stato pensato in stile romanico pisano. I secoli ne hanno mano a mano trasformato l'aspetto, portando la cattedrale ad avere una mescolanza di stili rara nei monumenti locali.

La Cattedrale inoltre, particolarmente integrata nell'architettura del suo quartiere, cioè il Castello, risulta ancora più suggestiva se osservata dalla Torre dell'Elefante, uno dei bastioni fortificati medievali di Cagliari. La Torre prende il nome dalla scultura di elefante che ne fregia la facciata.

Cosa Vedere A Cagliari: Torre dell'Elefante

Cosa vedere a Cagliari: Torre dell'Elefante - Photo credit: truijllo

 

L'accesso alle chiese è gratuito ed è permesso negli orari in cui la Basilica e la Cattedrale non ospitano funzioni religiose, mentre gli orari di visita agli interni della Torre dell'elefante sono tra le 9 e le 17. Il biglietto intero per la visita alla Torre è di 3 euro, mentre il biglietto ridotto è di 2 euro.

Altro sito particolarmente suggestivo ed interessante per la commistione di stili e di epoche è il Santuario di Nostra Signora di Bonaria, che consta di una piccola chiesa trecentesca perfettamente conservata e di un imponente edificio che risale invece agli anni Venti nel Novecento.

La chiesa più antica, in stile gotico catalano, è il vero e proprio santuario, meta di pellegrinaggi per tutto l'anno, mentre la chiesa più grande, il cui campanile è una torre fortificata medievale, è quella che ospita tuttora le funzioni della parrocchia locale.

Accanto ad esse un convento dei padri Mercedari, non aperto al pubblico ad eccezione del chiostro interno, che ospita il Museo che custodisce reliquie religiose, ex voto, modellini navali e reperti archeologici ritrovati nell'area del santuario.

Cosa Vedere A Cagliari: Museo Mercedari

Cosa vedere a Cagliari: Prima sala del Museo dei frati Mercedari - Photo credit: Bonaria.eu

 

Un curiosità: leggenda vuole che una nave catalana, sorpresa da una tempesta, gettasse a mare tutto il carico, tra cui una cassa che, al contatto con il mare, lo calmò. La cassa avrebbe contenuto una statua in legno della Vergine Bonaria con in braccio il bambino, e, al suo approdo a Cagliari, avrebbe fatto convertire al cristianesimo l'intera isola.

Per visitare il museo dovrai rivolgerti al Convento e prenotare, e l'ingresso è ad offerta libera.

 

Ecco per finire una mappa di tutte le cose da visitare a Cagliari che ti ho mostrato in questa pagina:

 

Come vedi sono tante le cose che puoi vedere a Cagliari, e questa breve rassegna è solo una piccola parte di quello che questa città ti può offrire. Contattami per scoprire tutte le nostre offerte per la tua vacanza a Cagliari.

Sergio Niedda

B&B Cagliari Via Roma 231